PERCHE’ LE RAGAZZE LEGGONO FUMETTI, NON E’ UNA COSA DA MASCHIETTI?

Tanto tempo fa c’era una ragazzina, una bambina oserei dire, dai capelli biondi e ondulati, gli occhioni grandi e un’aria da furbetta. Odiava mettere le gonne, non accettava bambole come regali ed era decisamente poco propensa a rapportarsi con il mondo delle favole, contenenti sciocche principesse che restavano per anni in attesa che un fantomatico principe azzurro le salvasse.

Pian piano quella bimba è cresciuta, ed è diventata una donna. Un donna/ragazzina, mettiamola così. Ha iniziato ad adorare le gonne, a curare il suo aspetto, ma ha continuato a odiare quel mondo delle favole, quelle principesse stupide e quei principi poco virili. Eh sì, perché lei al posto delle favolette infiocchettate di rosa ha sempre preferito le storie dell’orrore, cariche di tensione, gremite di mostri e mostriciattoli che sgusciano fuori dalle righe facendoti saltare dalla sedia. Ama leggere racconti di fantasia, nutrirsi della fantascienza e del distopico, cullarsi nei meandri della Londra dylandoghiana e negli incubi in essi narrati. Ha studiato disegno, ha sempre scritto tanto tra racconti e poesie, ha sempre amato la fotografia e il cinema, e ha così preso ad innamorarsi del fumetto. Leggere per lei è sempre stata una droga, e la cosa che le capita è immaginare: quel che legge si trasforma in immagini e suoni davanti ai suoi occhi! E quale arte meglio della IX possiede tutti questi meravigliosi elementi? Li incarna tutti alla perfezione!

woman_marvel

Andiamo quindi alla domanda che appare nel titolo:

Perché le ragazze leggono fumetti?

Ecco. Questa domanda nella mia vita mi è stata posta veramente tante, tantissime (troppe) volte. Sia da ragazzi che da ragazze eh! La domanda è quasi sempre la stessa:

“ma come, TU, leggi fumetti?”

Primo: che diavolo significa quel “TU”? Cos’ho io di “non associabile al mondo dei fumetti”? Cosa, in generale, dovrebbe determinare una componente in me che fa sì che quel “TU” abbia un senso?

La cosa risulta ancor più divertente quando dico che ho fatto una tesi di laurea su Dylan Dog.

La reazione è questa, quasi sempre: occhi sbarrati a mo’ di lemuri, mascella a terra e domanda secca “LA TESI DI LAUREA SU DYLAN DOG?!?”

Beh ragazzi, sfatiamolo questo mito, per cortesia. Il fumetto è letteratura. E’ letteratura a nuvolette.

Non ci vuole l’uso dei boxer per appassionarsi ai comics né tanto meno il cromosoma Y è una discriminante valida.

I luoghi comuni sono fatti per essere distrutti. Ho conosciuto ultimamente tante, tantissime ragazze che leggono fumetti: appassionate al punto da preferire l’acquisto di una limited edition, di un tanto agognato cartonato, di uno sketch firmato da un grande disegnatore, piuttosto che un paio di scarpe di Gucci.

Ora, io mi domando:

ma perché mai ci dovete discriminare? Cosa abbiamo che non va? Sono serissima!

Spesso mi capita di parlare con ragazzi che quando capiscono del mio amore per la IX arte mi trattano come un’aliena! E me lo fanno notare subito! Questa è discriminazione, pura e semplice!

Volete proprio saperlo perché alle ragazze piacciono i fumetti?

Perché i fumetti sono pieni zeppi di eroine e di eroi.

Eroine che si scontrano contro il mondo, donne emancipate e fiere.

Eroi cazzuti e senza paura, che io preferisco di gran lunga a quei principi rammolliti e fessi delle favole che volevano a tutti i costi farmi amare da piccolina! 

Perché i fumetti sono pieni zeppi di emozioni, stati d’animo, tensioni, scontri: sono adrenalinici tanto quanto un film!

Perché nei fumetti c’è tutto un mondo che chi non è appassionato, non potrà mai, mai capire.

Ma in fondo non è vero che noi ragazze amanti dei fumetti non vogliamo essere delle principesse.

Solo che invece di essere delle principessine stupide rinchiuse in una torre in attesa che un principe le vada a salvare, vogliamo essere tutte come quella principessa con uno sbrilluccicante lazo d’oro, i guanti di Atlante, una tiara telepatica da usare come arma a distanza e dei fashionissimi bracciali che possono respingere anche i raggi Omega di Darkseid!

26

Quindi, ribadisco e me la gioco così:

Perché i fumetti piacciono alle ragazze dite? Beh, e PERCHE’ NO?

Fate i bravi, che siamo sotto Natale e, a breve, vi metterò un piccolo post con i miei consigli di quest’anno per i regali natalizi!

Stay tuned e, sempre, senza ritengo, Rock’n’roll!

Annunci

Un pensiero su “PERCHE’ LE RAGAZZE LEGGONO FUMETTI, NON E’ UNA COSA DA MASCHIETTI?

  1. “Il fumetto è letteratura. E’ letteratura a nuvolette.”
    “Volete proprio saperlo perché alle ragazze piacciono i fumetti? Perché i fumetti sono pieni zeppi di eroine e di eroi. Eroine che si scontrano contro il mondo, donne emancipate e fiere. Eroi cazzuti e senza paura, che io preferisco di gran lunga a quei principi rammolliti e fessi delle favole che volevano a tutti i costi farmi amare da piccolina! Perché i fumetti sono pieni zeppi di emozioni, stati d’animo, tensioni, scontri: sono adrenalinici tanto quanto un film! Perché nei fumetti c’è tutto un mondo che chi non è appassionato, non potrà mai, mai capire.”

    92 Minuti di applausi.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...