ROMANTICMOOD: IL GUSTO DEL CLORO.

Innamorarsi. E’ una delle cose più semplici e naturali del mondo, al pari degli elementi naturali: aria, fuoco, terra e… acqua. Abbiamo l’innata esigenza di provare sentimenti per qualcuno. Non decidiamo noi, anche se ci illudiamo che sia così. E’ una questione di chimica: succede e basta, anche quando non lo vogliamo, non lo stiamo cercando, non ci sembra il caso che avvenga. Ultimamente ho letto un romanzo a fumetti, di un autore che non conoscevo – e me ne vergogno – ma che una volta letto, guardato e assaporato è entrato nell’Olimpo delle mie divinità.

gustocloro

Il gusto del cloro: lei, lui e una piscina di Bastien Vivés racconta del corteggiamento delicato ed impacciato di un ragazzo per una ragazza conosciuta in piscina. La trama è “banale” con un’accezione positivissima del termine: il ragazzo ha problemi di scoliosi, il fisioterapista lo obbliga alla piscina, lui si convince e inizia gli allenamenti, ritrovandosi in acqua da solo, goffissimo nei movimenti e imbranato. Incontra lei, bravissima nel nuoto, con una tecnica impeccabile e velocissima! Inizia un tenero gioco di sguardi, quando ad un certo punto i ragazzi iniziano a parlare e a darsi appuntamenti ogni mercoledì per nuotare insieme; piano, piano l’atmosfera diventa sempre più rilassata, carica di emozioni e la sensazione che stia nascendo qualcosa di meraviglioso diventa sempre più forte.

La forza di questo romanzo a fumetti risiede nella capacità di Vivés di affidare al disegno – e alla scomposizione temporale – tutta la narrazione; pochissime linee, morbide e delicate, i volumi dei corpi hanno una grandissima importanza e i tratti minimali evidenziano tutta la dinamicità del nuoto. Una tavolozza di colori composta da verde acqua, punte di grigio, nero, bianco e nulla più. I dialoghi sono pochi, credibili, tutto ruota intorno alla composizione del disegno e alla “materia” tangibile e intangibile affidata ai corpi: quando sono nell’acqua tutto diventa colore, senza linee, spessore e forma, di una delicatezza disarmante.

il-gusto-del-cloro-4

Leggendo ci si sente parte dell’elemento principale che è l’acqua e vi posso assicurare che, se la sensibilità vi appartiene, riuscirete anche voi a sentire il gusto del cloro in bocca.

Da leggere, da non perdere, da gustare, da sentire.

In Italia il fumetto è stato edito da The Box Edizioni, a 16,90 €, collana Novel, prima edizione settembre 2014 (io ho comprato la seconda edizione, e ha un finale diverso. Sto disperatamente cercando la prima per leggere e assaporare il primo finale!)

Non fate l’errore di non acquistarlo!

L’amore è una cosa meravigliosa. In realtà penso che la cosa più bella sia “innamorarsi”; è sempre magico e ti fanno sentire vivo le famose “farfalle nello stomaco”… un po’ come quando si è in piscina e si fa il “morto”; il vuoto che si crea nella pancia ti regala la magica sensazione di volare sull’acqua, e tu (o meglio io) vorresti che quella sensazione duri per sempre…

RosZombie

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...